Zepi Group Presse Pellettatrici Impianti

PROFESSIONISTI DELLA QUALITÀ PER FARE FRUTTARE GLI INVESTIMENTI 

SISTEMI DI PRODUZIONE PELLET DA MANGIMI 

SOLUZIONI PER UN PRODOTTO SANO E DI QUALITÀ

SISTEMI DI ESTRUSIONE PELLET PER FORAGGI

CONSULENZA SU INVESTIMENTI FOCALIZZATI AL RAGGIUNGIMENTO DI ALTE ROI's

QUALITÀ ITALIANA - 100% FATTO A MANO IN ITALIA

CONSULENZA INGEGNERISTICA E DI PROCESSO
CONSULENZA BUSINESS PLANS E AMMORTAMENTI
PRONTO INTERVENTO E ASSISTENZA TECNICA IN LOCO
MANUTENZIONE DA REMOTO E TELESERVICE
REVISIONI E RIPARAZIONI
ADEGUAMENTO IMPIANTI A NORMATIVA CE-ATEX

COSA DIFFERENZIA LA SERIE DELLE PRESSE PICCOLE DALLE PRESSE GRANDI?

Tutte le presse della serie ZPM condividono le seguenti caratteristiche principali, volte a garantire la massima qualità dei prodotti ZEPI TECNOLOGIE: - Motore unico principale della pressa = per la massima resa energetica ed un consistente risparmi...

PERCHÉ È NECESSARIO IL RICORSO ALL'ACCIAIO INOX PER TUTTE LE PARTI A CONTATTO DEL PRODOTTO?

L'impiego della migliore qualità di acciaio INOX per tutte le parti di tutti i macchinari dell'impianto - che siano a diretto contatto con il pellet appena prodotto - è uno dei requisiti essenziali per una linea di produzione in grado di mantenere in...

QUALI SONO I VANTAGGI DELL'IMPIEGO DI UNA PRESSA PELLETTATRICE A DUE RULLI?

La soluzione regina adottata e mantenuta da ZEPI TECNOLOGIE per la funzione di estrusione delle proprie presse è quella a DUE RULLI che - rispetto a soluzioni con più rulli - offre i seguenti vantaggi: - Minore complessità di costruzione, che corris...

I VOSTRI IMPIANTI RICHIEDONO L'IMPIEGO DI MOLTA MANODOPERA?

Le soluzioni fornite da ZEPI TECNOLOGIE spaziano da soluzioni semi-automatizzate ad impianti ad automazione completa, che richiedono un intervento ridotto ai minimi termini da parte degli operatori. Il numero degli operatori impiegati è ovviamente d...

CHE DIMENSIONE DEVE AVERE IL LEGNO (O GLI ALTRI MATERIALI DURI) PER POTERE ESSERE LAVORATI DALLA MACCHINA PELLETTATRICE?

Per ottenere un'estrusione di materiali duri è consigliato arrivare ad una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi, prima di immettere il materiale nella pressa pellettatrice. Come già specificato pr...

È SEMPRE NECESSARIA LA FASE DI ESSICAZIONE?

Per ottenere un prodotto pellettizzato a regola d'arte è fortemente consigliato che il livello di umidità in entrata in fase di estrusione si aggiri in linea di massima intorno ad un 10-14%**. La fase di essicazione dell'acqua in eccesso, responsabi...

QUALI SONO I FATTORI DI SUCCESSO PER LA PELLETTIZZAZIONE DEL LEGNO?

I fattori che determinano il successo per l'implementazione di un impianto di pellettizzazione sono principalmente i medesimi che coinvolgono qualsiasi attività produttiva industriale. Tra i tanti però vanno evidenziati quelli che più di tutti hanno ...

QUALE TIPO DI SOLUZIONI OFFRE ZEPI TECNOLOGIE?

La ZEPI TECNOLOGIE è ampiamente conosciuta per la capacità di offrire soluzioni complete e chiavi in mano, che coprono: - dalla fase di advising sul mercato (http://it.wikipedia.org/wiki/Mercato); - alla consulenza sugli aspetti commerciali più rile...

QUALE È LA FORZA DEI PRODOTTI ZEPI TECNOLOGIE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE e le loro linee di produzione sono state concepite e disegnate sin dall'origine per la lavorazione di materiali duri. Vantiamo infatti una solida e cospicua esperienza nel settore della pellettizzazione del LEG...

SI PUÒ PRODURRE PELLET UTILIZZANDO SOLO LA PELLETTATRICE O SERVONO ALTRI MACCHINARI?

Qualsiasi pressa pellettatrice lavora principalmente materiali con una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi. Quanto più lontani si è con la tipologia del materiale di partenza da processare, tanto...

ESISTE UNA QUANTITÀ MINIMA PER LA PRODUZIONE DI PELLET?

In linea teorica non esiste nessuna quantità minima necessaria, e si possono produrre pellet anche da poche quantità di materiali di recupero (ad es. le segature secche o i rifili di segheria, per il legno). All'atto pratico, una importante discrimin...

QUALE È IL VALORE AGGIUNTO DEL PROCESSO DI PELLETTIZZAZIONE?

Rispetto al trattamento dei medesimi materiali sfusi, il processo di pellettizzazione offre indubbi vantaggi nei seguenti aspetti: - Maggiore e migliore capacità di utilizzo, di conservazione e di combustione lenta per i pellet in legno; - Maggiore ...

SI POSSONO AGGIUNGERE LIQUIDI O ACQUA DURANTE IL PROCESSO DI PELLETTIZAZIONE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE offrono la possibilità di aggiungere acqua o altri liquidi per rendere il prodotto da trasformare più morbido o più fluido all'interno della camera di pellettizzazione. L'aggiunta di acqua o liquidi non va con...

SI AGGIUNGONO COLLE O AGGLUTINANTI ALL'INTERNO DELLE MACCHINE PER FORMARE IL PELLET?

Assolutamente NO. Molti che si accostano per la prima volta al mondo della pellettizzazione credono erroneamente che per ottenere la forma cilindrica del pellet vengano impiegate sostanze collose additive che facciano "appiccicare" il mater...

SI PUÒ PRODURRE PELLET DA QUALSIASI MATERIALE?

A livello teorico, la lista dei materiali che possono essere sottoposti al processo di pellettizzazione è piuttosto vasta. Negli anni, la nostra esperienza è andata costruendosi e consolidandosi intorno alle seguenti macro-tipologie: - pellet da LEG...

SI PUÒ PRODURRE PELLET DA QUALSIASI MATERIALE?

A livello teorico, la lista dei materiali che possono essere sottoposti al processo di pellettizzazione è piuttosto vasta. Negli anni, la nostra esperienza è andata costruendosi e consolidandosi intorno alle seguenti macro-tipologie: - pellet da LEGNI DURI e/o TENERI (Pino, Abete, Larice, Faggio, Nocciolino, Tiglio, Castagno, Betulla etc.); - pell...

SI AGGIUNGONO COLLE O AGGLUTINANTI ALL'INTERNO DELLE MACCHINE PER FORMARE IL PELLET?

Assolutamente NO. Molti che si accostano per la prima volta al mondo della pellettizzazione credono erroneamente che per ottenere la forma cilindrica del pellet vengano impiegate sostanze collose additive che facciano "appiccicare" il materiale. Niente di più sbagliato e lontano dalla reale produzione dei nostri amati cubetti: infatti è ...

SI POSSONO AGGIUNGERE LIQUIDI O ACQUA DURANTE IL PROCESSO DI PELLETTIZAZIONE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE offrono la possibilità di aggiungere acqua o altri liquidi per rendere il prodotto da trasformare più morbido o più fluido all'interno della camera di pellettizzazione. L'aggiunta di acqua o liquidi non va confusa con l'aggiunta di collanti che, come spiegato prima, non solo è inutile ma è controproducente (...

QUALE È IL VALORE AGGIUNTO DEL PROCESSO DI PELLETTIZZAZIONE?

Rispetto al trattamento dei medesimi materiali sfusi, il processo di pellettizzazione offre indubbi vantaggi nei seguenti aspetti: - Maggiore e migliore capacità di utilizzo, di conservazione e di combustione lenta per i pellet in legno; - Maggiore e migliore capacità di conservazione degli elementi nutrizionali e di assimilazione da parte degli a...

ESISTE UNA QUANTITÀ MINIMA PER LA PRODUZIONE DI PELLET?

In linea teorica non esiste nessuna quantità minima necessaria, e si possono produrre pellet anche da poche quantità di materiali di recupero (ad es. le segature secche o i rifili di segheria, per il legno). All'atto pratico, una importante discriminazione va fatta tra il processo di pellettizzazione industriale e quello artigianale/hobbistico. Se ...

SI PUÒ PRODURRE PELLET UTILIZZANDO SOLO LA PELLETTATRICE O SERVONO ALTRI MACCHINARI?

Qualsiasi pressa pellettatrice lavora principalmente materiali con una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi. Quanto più lontani si è con la tipologia del materiale di partenza da processare, tanto più saranno necessari macchinari per trasformare il prodotto dalla foggia iniziale a quella idonea ...

QUALE È LA FORZA DEI PRODOTTI ZEPI TECNOLOGIE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE e le loro linee di produzione sono state concepite e disegnate sin dall'origine per la lavorazione di materiali duri. Vantiamo infatti una solida e cospicua esperienza nel settore della pellettizzazione del LEGNO, che costituisce un vantaggio progettuale per la trasformazione di tutti gli altri materiali più ...

QUALE TIPO DI SOLUZIONI OFFRE ZEPI TECNOLOGIE?

La ZEPI TECNOLOGIE è ampiamente conosciuta per la capacità di offrire soluzioni complete e chiavi in mano, che coprono: - dalla fase di advising sul mercato (http://it.wikipedia.org/wiki/Mercato); - alla consulenza sugli aspetti commerciali più rilevanti; - ai fattori critici di successo (http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Fattore_critico_d...

QUALI SONO I FATTORI DI SUCCESSO PER LA PELLETTIZZAZIONE DEL LEGNO?

I fattori che determinano il successo per l'implementazione di un impianto di pellettizzazione sono principalmente i medesimi che coinvolgono qualsiasi attività produttiva industriale. Tra i tanti però vanno evidenziati quelli che più di tutti hanno un peso rilevante specifico per l'attività di trasformazione di materiali tramite pellettizzazione: ...

È SEMPRE NECESSARIA LA FASE DI ESSICAZIONE?

Per ottenere un prodotto pellettizzato a regola d'arte è fortemente consigliato che il livello di umidità in entrata in fase di estrusione si aggiri in linea di massima intorno ad un 10-14%**. La fase di essicazione dell'acqua in eccesso, responsabile di diverse problematiche sul prodotto finale che affliggono il Cliente al dettaglio - a prescinde...

CHE DIMENSIONE DEVE AVERE IL LEGNO (O GLI ALTRI MATERIALI DURI) PER POTERE ESSERE LAVORATI DALLA MACCHINA PELLETTATRICE?

Per ottenere un'estrusione di materiali duri è consigliato arrivare ad una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi, prima di immettere il materiale nella pressa pellettatrice. Come già specificato prima, più si è lontani da tali dimensioni con il materiale di partenza da processare, più sono necess...

I VOSTRI IMPIANTI RICHIEDONO L'IMPIEGO DI MOLTA MANODOPERA?

Le soluzioni fornite da ZEPI TECNOLOGIE spaziano da soluzioni semi-automatizzate ad impianti ad automazione completa, che richiedono un intervento ridotto ai minimi termini da parte degli operatori. Il numero degli operatori impiegati è ovviamente diretta conseguenza delle dimensioni e della complessità dell'impianto e del numero di turni di lavor...

QUALI SONO I VANTAGGI DELL'IMPIEGO DI UNA PRESSA PELLETTATRICE A DUE RULLI?

La soluzione regina adottata e mantenuta da ZEPI TECNOLOGIE per la funzione di estrusione delle proprie presse è quella a DUE RULLI che - rispetto a soluzioni con più rulli - offre i seguenti vantaggi: - Minore complessità di costruzione, che corrisponde ad una maggiore solidità e robustezza delle parti; - Minori ingombri interni, che si traducono...

PERCHÉ È NECESSARIO IL RICORSO ALL'ACCIAIO INOX PER TUTTE LE PARTI A CONTATTO DEL PRODOTTO?

L'impiego della migliore qualità di acciaio INOX per tutte le parti di tutti i macchinari dell'impianto - che siano a diretto contatto con il pellet appena prodotto - è uno dei requisiti essenziali per una linea di produzione in grado di mantenere intatte tutte le caratteristiche organiche del pellet (valore aggiunto nella fase di vendita del pelle...

COSA DIFFERENZIA LA SERIE DELLE PRESSE PICCOLE DALLE PRESSE GRANDI?

Tutte le presse della serie ZPM condividono le seguenti caratteristiche principali, volte a garantire la massima qualità dei prodotti ZEPI TECNOLOGIE: - Motore unico principale della pressa = per la massima resa energetica ed un consistente risparmio di energia elettrica rispetto alla soluzione a due motori; - Gruppo di taglio a quattro coltelli m...

COSA DIFFERENZIA LA SERIE DELLE PRESSE PICCOLE DALLE PRESSE GRANDI?

Tutte le presse della serie ZPM condividono le seguenti caratteristiche principali, volte a garantire la massima qualità dei prodotti ZEPI TECNOLOGIE: - Motore unico pri...

PERCHÉ È NECESSARIO IL RICORSO ALL'ACCIAIO INOX PER TUTTE LE PARTI A CONTATTO DEL PRODOTTO?

L'impiego della migliore qualità di acciaio INOX per tutte le parti di tutti i macchinari dell'impianto - che siano a diretto contatto con il pellet appena prodotto - è u...

QUALI SONO I VANTAGGI DELL'IMPIEGO DI UNA PRESSA PELLETTATRICE A DUE RULLI?

La soluzione regina adottata e mantenuta da ZEPI TECNOLOGIE per la funzione di estrusione delle proprie presse è quella a DUE RULLI che - rispetto a soluzioni con più rul...

I VOSTRI IMPIANTI RICHIEDONO L'IMPIEGO DI MOLTA MANODOPERA?

Le soluzioni fornite da ZEPI TECNOLOGIE spaziano da soluzioni semi-automatizzate ad impianti ad automazione completa, che richiedono un intervento ridotto ai minimi termi...

CHE DIMENSIONE DEVE AVERE IL LEGNO (O GLI ALTRI MATERIALI DURI) PER POTERE ESSERE LAVORATI DALLA MACCHINA PELLETTATRICE?

Per ottenere un'estrusione di materiali duri è consigliato arrivare ad una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi, pri...

È SEMPRE NECESSARIA LA FASE DI ESSICAZIONE?

Per ottenere un prodotto pellettizzato a regola d'arte è fortemente consigliato che il livello di umidità in entrata in fase di estrusione si aggiri in linea di massima i...

QUALI SONO I FATTORI DI SUCCESSO PER LA PELLETTIZZAZIONE DEL LEGNO?

I fattori che determinano il successo per l'implementazione di un impianto di pellettizzazione sono principalmente i medesimi che coinvolgono qualsiasi attività produttiv...

QUALE TIPO DI SOLUZIONI OFFRE ZEPI TECNOLOGIE?

La ZEPI TECNOLOGIE è ampiamente conosciuta per la capacità di offrire soluzioni complete e chiavi in mano, che coprono: - dalla fase di advising sul mercato (http://it.w...

QUALE È LA FORZA DEI PRODOTTI ZEPI TECNOLOGIE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE e le loro linee di produzione sono state concepite e disegnate sin dall'origine per la lavorazione di materiali duri. Vantiamo inf...

SI PUÒ PRODURRE PELLET UTILIZZANDO SOLO LA PELLETTATRICE O SERVONO ALTRI MACCHINARI?

Qualsiasi pressa pellettatrice lavora principalmente materiali con una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi. Quanto ...

ESISTE UNA QUANTITÀ MINIMA PER LA PRODUZIONE DI PELLET?

In linea teorica non esiste nessuna quantità minima necessaria, e si possono produrre pellet anche da poche quantità di materiali di recupero (ad es. le segature secche o...

QUALE È IL VALORE AGGIUNTO DEL PROCESSO DI PELLETTIZZAZIONE?

Rispetto al trattamento dei medesimi materiali sfusi, il processo di pellettizzazione offre indubbi vantaggi nei seguenti aspetti: - Maggiore e migliore capacità di util...

SI POSSONO AGGIUNGERE LIQUIDI O ACQUA DURANTE IL PROCESSO DI PELLETTIZAZIONE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE offrono la possibilità di aggiungere acqua o altri liquidi per rendere il prodotto da trasformare più morbido o più fluido all'int...

SI AGGIUNGONO COLLE O AGGLUTINANTI ALL'INTERNO DELLE MACCHINE PER FORMARE IL PELLET?

Assolutamente NO. Molti che si accostano per la prima volta al mondo della pellettizzazione credono erroneamente che per ottenere la forma cilindrica del pellet vengano i...

SI PUÒ PRODURRE PELLET DA QUALSIASI MATERIALE?

A livello teorico, la lista dei materiali che possono essere sottoposti al processo di pellettizzazione è piuttosto vasta. Negli anni, la nostra esperienza è andata costr...

COSA DIFFERENZIA LA SERIE DELLE PRESSE PICCOLE DALLE PRESSE GRANDI?

Tutte le presse della serie ZPM condividono le seguenti caratteristiche principali, volte a garantire la massima qualità dei prodotti ZEPI TECNOLOGIE: - Motore unico principale della pressa = per la ...

PERCHÉ È NECESSARIO IL RICORSO ALL'ACCIAIO INOX PER TUTTE LE PARTI A CONTATTO DEL PRODOTTO?

L'impiego della migliore qualità di acciaio INOX per tutte le parti di tutti i macchinari dell'impianto - che siano a diretto contatto con il pellet appena prodotto - è uno dei requisiti essenziali pe...

QUALI SONO I VANTAGGI DELL'IMPIEGO DI UNA PRESSA PELLETTATRICE A DUE RULLI?

La soluzione regina adottata e mantenuta da ZEPI TECNOLOGIE per la funzione di estrusione delle proprie presse è quella a DUE RULLI che - rispetto a soluzioni con più rulli - offre i seguenti vantaggi...

I VOSTRI IMPIANTI RICHIEDONO L'IMPIEGO DI MOLTA MANODOPERA?

Le soluzioni fornite da ZEPI TECNOLOGIE spaziano da soluzioni semi-automatizzate ad impianti ad automazione completa, che richiedono un intervento ridotto ai minimi termini da parte degli operatori. ...

CHE DIMENSIONE DEVE AVERE IL LEGNO (O GLI ALTRI MATERIALI DURI) PER POTERE ESSERE LAVORATI DALLA MACCHINA PELLETTATRICE?

Per ottenere un'estrusione di materiali duri è consigliato arrivare ad una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi, prima di immettere il materiale n...

È SEMPRE NECESSARIA LA FASE DI ESSICAZIONE?

Per ottenere un prodotto pellettizzato a regola d'arte è fortemente consigliato che il livello di umidità in entrata in fase di estrusione si aggiri in linea di massima intorno ad un 10-14%**. La fas...

QUALI SONO I FATTORI DI SUCCESSO PER LA PELLETTIZZAZIONE DEL LEGNO?

I fattori che determinano il successo per l'implementazione di un impianto di pellettizzazione sono principalmente i medesimi che coinvolgono qualsiasi attività produttiva industriale. Tra i tanti per...

QUALE TIPO DI SOLUZIONI OFFRE ZEPI TECNOLOGIE?

La ZEPI TECNOLOGIE è ampiamente conosciuta per la capacità di offrire soluzioni complete e chiavi in mano, che coprono: - dalla fase di advising sul mercato (http://it.wikipedia.org/wiki/Mercato); - ...

QUALE È LA FORZA DEI PRODOTTI ZEPI TECNOLOGIE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE e le loro linee di produzione sono state concepite e disegnate sin dall'origine per la lavorazione di materiali duri. Vantiamo infatti una solida e cospicua esp...

SI PUÒ PRODURRE PELLET UTILIZZANDO SOLO LA PELLETTATRICE O SERVONO ALTRI MACCHINARI?

Qualsiasi pressa pellettatrice lavora principalmente materiali con una granulometria molto fine, simile a quella di segatura, polveri grosse o materiali farinosi. Quanto più lontani si è con la tipolo...

ESISTE UNA QUANTITÀ MINIMA PER LA PRODUZIONE DI PELLET?

In linea teorica non esiste nessuna quantità minima necessaria, e si possono produrre pellet anche da poche quantità di materiali di recupero (ad es. le segature secche o i rifili di segheria, per il ...

QUALE È IL VALORE AGGIUNTO DEL PROCESSO DI PELLETTIZZAZIONE?

Rispetto al trattamento dei medesimi materiali sfusi, il processo di pellettizzazione offre indubbi vantaggi nei seguenti aspetti: - Maggiore e migliore capacità di utilizzo, di conservazione e di co...

SI POSSONO AGGIUNGERE LIQUIDI O ACQUA DURANTE IL PROCESSO DI PELLETTIZAZIONE?

Le presse pellettatrici ZEPI TECNOLOGIE offrono la possibilità di aggiungere acqua o altri liquidi per rendere il prodotto da trasformare più morbido o più fluido all'interno della camera di pellettiz...

SI AGGIUNGONO COLLE O AGGLUTINANTI ALL'INTERNO DELLE MACCHINE PER FORMARE IL PELLET?

Assolutamente NO. Molti che si accostano per la prima volta al mondo della pellettizzazione credono erroneamente che per ottenere la forma cilindrica del pellet vengano impiegate sostanze collose addi...

SI PUÒ PRODURRE PELLET DA QUALSIASI MATERIALE?

A livello teorico, la lista dei materiali che possono essere sottoposti al processo di pellettizzazione è piuttosto vasta. Negli anni, la nostra esperienza è andata costruendosi e consolidandosi intor...

prev
next

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Click Info